Vai Su

Minori, Un anno di Rielezioni

dating leoben E’ passato un anno dalle ultime (ri)elezioni: il “Reale-Bis” somiglia sempre di più ad un modello democratico formato da una robusta Maggioranza e una Mini-Minoranza che cerca di fare il suo quantomai difficile mestiere di opposizione. Insomma, chi voleva decidere decide (Vianova), chi voleva opporsi si oppone (Progetto per Minori), chi voleva proporre propone (Fratellanza Minorese). Nella sostanza non è cambiato ancora molto e molto tempo ci vorrà prima che il divario cominci ad assottigliarsi.

site de rencontre des filles au senegal  Numeri alla mano, la rielezione di Vianova a 3 liste è stata ancora più schiacciante della prima elezione senza rivali. Quindi dal popolo poche indicazioni e, ci mancherebbe altro, poche lamentele. Dalle 2 Liste di Minoranza si intravedono sprazzi di speranza, basi per il futuro ancora incerte. Più bassi che alti, che non rappresentano una rivoluzione ma che neanche sono passati inosservati. Soprattutto perché sono serviti anche a far capire un pò le reazioni dell’amministrazione.

https://restaurantmartinwishart.co.uk/atom/4920 Progetto per Minori ha continuato a martellare sull’incudine Reale, come naturale proseguimento della linea tracciata nella campagna elettorale e, nonostante il comando sia ben saldo tra le mani dell’attuale Sindaco, qualche scricchiolamento lo si è notato in più di una occasione, che in tempi come questi non è a qualche piccola videocamera. Giusto per rendere più colorita e interessante la situazione. D’altronde, se è vero che Andrea Reale goda di un suffragio, è anche vero che in tanti anni di politica gli è venuto a mancare un pò di allenamento per quel che riguarda la discussione faccia a faccia. Iniziando come opposizione è sempre più facile, e i 5 anni di “monologo” in consiglio hanno di certo indotto un rilassamento.

mujeres buscando hombres vivavisos Come primo anno non è stato così brillante come lo si vedeva in veste invece di oppositore, quando poi la sua veemenza non era sempre controllata. Ma questo è solo l’inizio, e c’è da scommetterci, ne vedremo delle belle da qui per i prossimi 4 anni. All’accoppiata Mormile-Proto dobbiamo rimproverare semmai il troppo volersi concentrare sulla figura del sindaco e delle sue scelte, piuttosto che bilanciare anche sul lato propositivo. Ma come dicevo, c’è tempo e approfondiremo tutto questo di volta in volta.

Tutt’altro discorso Per Cioffi & Co., che sembra aver messo invece la voglia di fare davanti alla voglia di (contrad)dire. Per Fratellanza Minorese il compitoo però è di certo ancor più complicato. Provare a fare cose nuove in un paese che delle novità ha quasi timore e nell’abitudine si adagia ormai da tempo è quello che si cefinirebbe una impresa titanica. Il “Mercato della Terra” docet! Ma anche l’attenzione sul turismo, Forum dei Giovani e l’annosa questione del Campo “Leo Lieto” sono aspetti da considerare e non abbandonare a loro stessi, prima causa dei problemi in cui versano attualmente. Ma anche di queste spinose situazioni parleremo in maniera focalizzata più avanti.

In Conclusione, volendo tracciare un bilancio, potremmo quasi dire che la vera novità di questi primi 365 giorni di democrazia è l’aumento dei manifesti e dell’attenzione del popolo alle questioni amministrative che è un aspetto importante mancato per oltre 5 anni. Abbiamo bisogno di ricostruire la nostra coscienza, la nostra identità e la voglia di migliorarsi confrontandosi con quella che potremmo dire “la concorrenza” nella speranza che non si riveli una concorrenza sReale.

 

wikipedia reference Davide Sammarco

 

comments