Vai Su

                                   

Chi Ben Comincia è a Metà Dell'Opera, Ma una Rondine Non Fa primavera

Siamo già giunti al termine del girone d'andata, l'ideale bivio della stagione fantacalcistica, e vogliamo provare a tirare i primi seri bilanci di questo percorso, caratterizzato da un equilibrio quanto mai assoluto e con pochi precedenti nelle edizioni precedenti; classifiche cortissime, match decisi da mezzi fantapunti e un gran numero di squadre che battagliano per obiettivi importanti, ad un passo dal sogno.

 

Partiamo dalla Massima Serie, con l'ultimo turno che ha consegnato il titolo di campione d'inverno al Vincar, forse la squadra con il passo più continuo e che si è stanziata fin dalle prime battute nelle zone altissime: la capolista piega 2 a 1 l'AJ Team e porta a casa la quinta vittoria di giornata, trascinata dalle due reti dei golden-boys Pogba e F.Anderson, mentre alla compagine dei presidenti Proto - Imperato non basta la solita doppietta del Pipita Higuain e il gol di Khedira.

 

Lascia il passo l'altra squadra di vertice, il F.C. O Biscott, che cade contro il Casa Palomba/ La Fontanella : a decidere la sfida ci pensano Pavoletti e Vazquez, che piegano la resistenza della vecchia capolista, incappata in  una giornata di vacche magre.

Gare con pochi fantapunti quelle tra Gemelli Diversi - F.C. Inter e Quelli del cucchiaio di legno - M&M; nella prima sfida non si va oltre lo 0 a 0 che non accontenta nessuna delle due contendenti, mentre nel secondo la coppia Lupo - Amorino porta a casa una striminzita vittoria di misura, utile per il raggiungimento dell'obiettivo salvezza.

 

Chiude il programma il successo della squadra del presidente Farace, che piega Attenti alla Sbarra, affossato dalla prestazione devastante (in negativo) di Destro, mentre dall'altra parte spicca la super prova dell'eterno Sorrentino e la solita realizzazione di Big Mac Maccarone.

Passiamo quindi alla Serie cadetta, dove capitolo a parte va aperto sulla rivelazione assoluta VDL & Lepre Team, capace con un rullino di vittorie impressionante, di risalire poderosamente dalle zone basse della classifica e di issarsi al primario solitario al termine di questo girone d'andata; la società dei presidenti Di Lieto e Amato chiude in bellezza battendo anche il F.c. Thor, grazie a Pogba e al gol del rinato Cassano, scommessa di questa asta estiva e incamerando il titolo di Campioni d'inverno.

Alle spalle della capolista, tirano il freno entrambe le inseguitrici (Solofra Team e Miopia Utd) che incamerano rispettivamente una sconfitta e un pareggio; la squadra del presidente Solofra cade contro il Mirooz Team, sotto i colpi dei " +4" di Hamsik e Milinkovic-Savic e alla rete di Maccarone, mentre Miopia strappa un pareggio di misura contro l'Udinese del presidente Bottone, cui non basta il super fantapunteggio di Bizzarri e la rete di Pavoletti per portare a casa tre punti importanti.

Pareggio a reti bianche tra F.C. Jamaica e Cocoa Team, con quest'ultimi che giocando con un uomo in meno vedono vanificare la solita gran prova di Higuain, mentre Pizzangolo smuove la propria classifica con una vittoria di misura su Senza Nome, pescando dal cilindro l'inattesa rete di Manolo Gabbiadini e sfruttando la disastrosa prestazione di Mattia Destro.

Chiude il programma la vittoria nel match contro F.c. Demonio e il successo di giornata dei Camerati Partenopei, grazie al trio Sorrentino - Anderson- Zapata, trovando tre punti fondamentali per risollevarsi dalle zone calde della graduatoria.

 

Analizzando queste giornate e le conseguenti situazioni di classifica venutesi a creare, possiamo sintetizzare il tutto con due proverbi tanto banali quanto esaustivi: il primo è "Chi ben comincia è a metà dell'opera", perchè quelli che stanno provando a prendere il largo in entrambi i campionati sembrano anche i favoriti alla lunga distanza per la lotta al titolo, con buona pace delle altre società e consapevoli degli scartavetramenti di zone erogene da parte delle società sopracitate; il secondo è "una rondine non fa primavera", perchè essere in testa a Gennaio è importante, ma se a Maggio sei secondo in mano resti con il nulla e con in bocca una lunga lista di imprecazioni e varie nomination per le più svariate divinità.

 

In ogni caso grazie a tutti per questa prima metà di percorso affrontata insieme e in un bocca al lupo per questo proseguio, caratterizzato da Macumbe e esorcismi, sperando di vincere sempre di mezzo punto e se possibile per 66 a 65,5, in pieno stile Manciniano. STAY HUNGRY, STAY FOOLISH, STAY GENNARO TROIANIELLO.